Acido ialuronico

L’acido ialuronico è una molecola zuccherina normalmente presente nella pelle umana ed in numerosi altri tessuti, come le cartilagini, l’occhio, ed i tessuti connettivi in genere. L’acido ialuronico è uguale in tutte le specie e quindi non esiste rischio di sensibilizzazione allergica e non è necessario alcun test cutaneo prima dell’impianto.

L’acido ialuronico usato come filler (riempitivo, dall’inglese to fill = riempire) cutaneo/sottocutaneo è di derivazione biotecnologica ed immunologicamente inerte, atossico, biodegradabile e bioriassorbibile.

Essendo una sostanza che va incontro a rapida degradazione, viene sottoposto a un processo di stabilizzazione chimica che permette di migliorarne le proprietà visco-elastiche e la persistenza.

Il meccanismo d’azione consiste in un riempimento volumetrico immediato dovuto alle proprietàvisco-elastiche del prodotto e nella sintesi ex-novo di collagene per stimolazione dei fibroblasti.

Quando è consigliata:

L’acido ialuronico è un materiale indicato per la correzione di rughe, solchi, cicatrici e per l’aumento volumetrico dei tessuti molli. Sono inoltre utilizzati per ripristinare l’elasticità cutanea e per ridurre le irregolarità superficiali. L’acido ialuronico è il materiale più utilizzato per questo tipo di trattamento e viene utilizzato come riempitivo iniettabile fin dal 1996. Più di 20 milioni di trattamenti sono stati eseguiti nel mondo. La durata del materiale nei tessuti umani è di circa 1-2 anni, anche se gli effetti clinici possono risultare più brevi (6-12 mesi). La correzione può essere mantenuta con trattamenti successivi.

Risultati:

I risultati sono rappresentati dalla riduzione o dalla eliminazione delle rughe e delle depressioni del tessuto. Possono essere necessarie anche più sedute prima di raggiungere il risultato desiderato, che si mantiene in genere per un periodo di 6-12 mesi. Al fine di mantenere la correzione sarà necessario sottoporsi periodicamente a dei ri-trattamenti.

Trattamento post-operatorio:

La zona trattata potrà rimanere arrossata, edematosa, dolente o pruriginosa per qualche ora (utile l’applicazione di compresse fredde sulla zona). Il gonfiore può essere più spiccato e duraturo (anche 1 settimana, talvolta anche in maniera asimmetrica) dopo trattamento delle labbra.

Evitare di truccarsi o applicare cosmetici sulla zona trattata per qualche ora.

Evitare di esporsi al sole o ai raggi UVA per 7-8 giorni dopo il trattamento. Successivamente esporsi con protezione.

2017-04-26T21:10:52+00:00