Espansione cutanea

L’espansione cutanea è una tecnica chirurgica comunemente utilizzata in chirurgia plastica per la ricostruzione di ampie perdite di sostanza a livello cutaneo ed è basata sullo stesso principio per il quale durante la gravidanza nelle donne si ha un aumento cospicuo della quantità di cute della parete addominale dovuta alla distensione della cute per l’aumento delle dimensioni del feto. Artificialmente l’espansione cutanea è ottenuta con l’inserimento in sede sottocutanea di un palloncino di silicone vuoto che viene riempito progressivamente, nelle settimane successive al suo impianto, con soluzione fisiologica. L’utilizzo più frequente di questa tecnica si ha nella ricostruzione mammaria post-mastectomia in cui l’espansore viene inserito al posto della mammella asportata dal chirurgo oncologo. Tuttavia questa tecnica è adeguata per la ricostruzione cutanea di qualsiasi distretto corporeo.

Indicazioni all’intervento

Pazienti di qualsiasi età e sesso possono essere candidati per l’utilizzo di questa tecnica in relazione al problema ricostruttivo da affrontare. Il vantaggio notevole di questa metodica è data dalla possibilità di ricostruire un tessuto cutaneo mancante con della cute rigenerata del tutto simile a quella mancante in quanto direttamente confinante con questa. Il grande svantaggio della tecnica consiste nel tempo piuttosto lungo durante il quale avviene tutto il processo ricostruttivo: a seconda dell’area da ricostruire il tempo di permanenza dell’espansore in situ può arrivare anche a 2-3 mesi, necessari per la completa espansione cutanea e per l’adeguamento dei tessuti al nuovo volume cutaneo generatosi. Mentre nella chirurgia ricostruttiva mammaria la presenza di una protuberanza in sede mammaria immediatamente dopo l’intervento demolitivo (quando la ricostruzione è contemporanea alla fase demolitiva come quasi di regola avviene) rende l’impatto psicologico della mastectomia meno duro da affrontare per la paziente, nella chirurgia ricostruttiva dello scalpo, ad esempio, la presenza dell’espansore nel capillizio è spesso causa di imbarazzo per il paziente nella conduzione della sua normale vita quotidiana.

2017-04-26T21:10:08+00:00