Ginecomastia

Quando è consigliata:

E’ possibile individuare due tipologie di ginecomastia.
La ginecomastia vera, con aumento stabile della componente ghiandolare, viene diagnosticata forse con maggior frequenza nei giovani, mentre negli uomini più anziani è più facile imbattersi nella pseudo-ginecomastia, costituita sostanzialmente da un aumento del pannicolo adiposo.
Le indicazioni sul trattamento chirurgico della ginecomastia vera si basano su due importanti obiettivi: il ripristino della forma del torace e la diagnosi di un’eventuale lesione mammaria sospetta. In quest’ultimo caso, oltre alla rimozione della ghiandola mammaria maschile si procederà con l‘esame istologico del reperto operatorio.

Risultati

I risultati chirurgici della ginecomastia sono ottimi; la regione mammaria viene ridefinita eliminando l’eccesso adiposo e cutaneo e, nel caso di ginecomastia vera, asportando l’eccesso ghiandolare.
Al termine dell’intervento di liposuzione, residueranno solamente piccole cicatrici, molto poco visibili mentre, nel caso di adenectomia, la cicatrice risultante sarà posizionata al margine tra l’areola e la cute, estesa per la metà o per la totalità della circonferenza areolare, a seconda della necessità operatoria.

Preparazione pre-operatoria

Il paziente dovrà essere in buona salute e in buone condizioni generali.
Al fine di ridurre i rischi di sanguinamento e difficoltà di guarigione delle cicatrici, è consigliabile sospendere l’assunzione di farmaci antiaggreganti o fluidificanti del sangue come l’aspirina ed eliminare il fumo (almeno due settimane prima dell’intervento) .
Il giorno dell’intervento il paziente si dovrà presentare a digiuno (dalla mezzanotte del giorno prima) e con la guaina elastica consigliata dal chirurgo per il post operatorio.

Trattamento post-operatorio:

Al termine dell’intervento, al paziente vengono applicate una medicazione compressiva ed una guaina elastica, che dovrà indossare per circa 20-30 giorni, astenendosi per l’intero periodo da attività sportive o sforzi gravosi.
I punti di sutura saranno rimossi dopo 7 giorni circa. Da tale momento il paziente potrà tornare a fare la doccia.

2017-04-26T21:07:48+00:00