Tunnel cubitale

Per sindrome del tunnel cubitale in campo medico, si intende un insieme di manifestazioni che riguardano il nervo ulnare del gomito, scaturita da una compressione del nervo o da una trazione dello stesso, la sua incidenza è più rara rispetto alla sindrome del tunnel carpale.

La sindrome del tunnel cubitale

La sindrome del tunnel cubitale si manifesta con un formicolio e una perdita di sensibilità alla metà del anulare e al mignolo, con un’ipostenia muscolare alla mano e con dolori alla mano e all’avambraccio. È dovuta alla compressione del nervo ulnare a livello del gomito.

Quando non viene curata, si evidenziano il deterioramento progressivo dei muscoli, una perdita permanente di sensibilità e l’atrofia dei muscoli della mano nel territorio competente il nervo ulnare.

Terapia

La sindrome del tunnel cubitale può essere curata con terapia antinfiammatoria nella fase inizale irritativa e con l’intervento chirurgico nella fase deficitaria.

Intervento Chirurgico

L’operazione prevede il taglio delle strutture a livello del gomito che possono essere la causa della compressione del nervo. L’operazione viene effettuata in anestesia generale o loco-regionale (il paziente rimane sveglio durante l’operazione, mentre tutto il braccio viene anestetizzato tramite un blocco periferico) ed è indolore per il paziente. L’intervento termina con il posizionamento di un drenaggio che di norma sarà rimosso 24 o 48 ore dopo l’operazione.
Il paziente di solito va a casa il giorno dopo dell’operazione e gli viene consigliato di stare a riposo, tenendo il braccio in posizione elevata. I punti vengono rimossi dopo due settimane.

2017-04-26T21:10:08+00:00